Ti capita dormire 7-8 ore, ma di svegliarti più stanco di prima?
Con quest’articolo proveremo a darti dei consigli per dormire bene ed evitare problemi alle articolazioni e alla circolazione.

Non riesco a dormire bene la notte!

Questa è una frase ricorrente che le persone dicono al loro risveglio dopo una infelice nottata di insonnia.

Sarà capitato anche a te di dormire il giusto tempo e svegliarti dopo aver riposato con qualche dolore alla schiena. Niente paura, posso dirti che non sei solo in questa situazione.

In questo articolo ti daremo qualche consiglio e qualche dato statistico su alcuni dei motivi che ti portano ad avere certi dolori e a dormire male.

dormire bene e insonniaMigliorare la qualità del sonno

Per migliorare la qualità del sonno e dormire meglio potrebbe bastare cambiare la posizione.

Dormire a pancia in giù è uno stress per collo e spalle e aggrava i problemi di reflusso. Sai inoltre che un cuscino in più – o in meno – può essere la causa dei tuoi mal di testa?

Cosa causa i dolori del risveglio

Proviamo ad analizzare alcune delle cause che portano ad avere questi dolori:

  • stress,
  • un periodo di duro lavoro
  • le posizioni non propriamente salutari.

Ecco alcuni consigli efficaci per evitare i dolori dovuti a dormire male.

Parlando dei sintomi possiamo dirti in che posizioni dormi generalmente e quali sono le semplici soluzioni per risolvere tali disturbi.

1° sintomo: Ti svegli e hai un indolenzimento alle spalle?

Supposizione: molto probabilmente passi diverso tempo tempo sul fianco (destro o sinistro dipende da quale spalla ti fa più male) il consiglio del fisioterapista è, quando possible, cambiare posizione. Tuttavia, sappiamo che cambiare è sempre difficile, quindi ti diamo un consiglio pratico affinché tu possa dire addio al tuo dolore.

Soluzione: Prendi un cuscino mettilo al tuo fianco e abbraccialo, così la spalla sarà sostenuta da un sopporto e in una posizione naturale e il dolore scomparirà.

2° Sintomo Ti alzi e senti un dolore nella parte inferiore della schiena?

Dormire beneSupposizione: una delle probabilità è che la rete ortopedica non sia tra le migliori per quanto riguarda la tua fisiologia. Un altra probabilità è che il materasso non si sposi con il tuo modo di dormire o sia troppo morbido.

Soluzione possibile: un buon fisioterapista può dirti che dormire in posizione supina (pancia rivolta verso l’alto), con un asciugamano o un cuscino sotto il bacino e sotto le ginocchia, asseconda al meglio le curve fisiologiche del corpo e può alleviare tali dolori.

Cosa è l’insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno, purtroppo abbastanza frequente ai giorni d’oggi.  Si parla di insonnia quando le ore in cui si dorme son meno di sei, per tre o più notti a settimana.

Si tratta di una vera e propria incapacità di avere un sonno normale, nonostante l’organismo lo richieda fisiologicamente. Stanchezza, irritabilità, difficoltà di apprendimento e di memoria, fino alla perdita di interesse nello svolgere le attività quotidiane, sono le conseguenze di chi soffre di insonnia e non riesce, quindi, ad avere un sonno continuativo e ristoratore come richiederebbe il proprio corpo.

Da non sottovalutare assolutizzante anche i risvolti psicologici. Pensa che in Italia sono quasi 9 milioni le persone con disturbi da insonnia cronica, secondo i dati raccolti in uno studio portato avanti dall’Associazione Scientifica Per la Cura dei Disturbi del sSnno (Assirem).

Questo fa capire quanto questo disturbo sia diffuso nella società moderna italiana e che tipo di ripercussioni possa avere nella vita quotidiana di coloro che ne soffrono.

Insonnia: rimedi per un riposo sano

Cosa fare allora se si soffre di insonnia?

Il disturbo da sonno è un‘alterazione dell’equilibrio sonno-veglia e può avere delle ripercussioni molto serie per il nostro corpo.

Sicuramente non bisogna sottovalutare in alcun modo tale disturbo, anzi sarebbe indicato rivolgersi ad uno specialista o ad un Centro di Medicina del sonno, se la situazione non si risolve naturalmente nel giro di un breve periodo.

Ci sono certamente delle indicazioni che ci possono aiutare a ristabilire un naturale equilibrio tra sonno e veglia, un vero e proprio aiuto per dormire. Vediamone alcune:

  1. Mantenere una certa regolarità andando a dormire e alzandosi dal letto sempre alla stessa ora;
  2. Avere la camera in cui si dorme fresca, buia e silenziosa;
  3. Il letto e il cuscino devono essere confortevoli;
  4. Praticare un’attività sportiva quotidiana, ma non troppo a ridosso dell’orario in cui ci andiamo a letto;
  5. Evitare il consumo di cibi pesanti, sopratutto per la cena;
  6. Evitare di fumare;
  7. Prima di cercare di prendere sonno non utilizzare strumenti tecnologici come PC, smartphone o tablet, in quanto l’esposizione alla loro luce blu e a fonti sonore condizionano il nostro orologio biologico.
  8. Allo stesso modo evitare la televisione prima di coricarsi;
  9. Cercare di effettuare, prima di andare a letto, delle attività rilassanti (bagno caldo, ascoltare musica in sottofondo, etc…).

Vi sono poi dei prodotti naturali che possono aiutarci dormire bene, a prendere sonno e ristabilire un normale ritmo notturno, come ad esempio la melatonina, o altri prodotti che aiutano il rilassamento (Passiflora incarnata, Valeriana officinalis, camomilla, biancospino, melissa e tiglio) per favorire il sonno.

Altri rimedi possono essere delle sedute di agopuntura o l’intervento di un bravo osteopata, che, tramite manipolazioni mirate, può alleviare e in parte risolvere delle problematiche legate all’insonnia, come le apnee notturne.

 

Con questo articolo speriamo di avervi fornito delle indicazioni per portarti a risolvere eventuali problemi di sonno e tornare a dormire bene!

Commenta