“LA BRIGATA SAT”

logo la brigata softair Sassari con bandiera italiana

“Sa fide nostra no la pagat dinari ajò! Dimonios! avanti forza paris”

La nascita del Team la Brigata SAT

Il gruppo fa parte dell’ ASD Oltrecity Softair nata a Sassari nel 2012, ma essendo diventato dopo breve tempo un vero e proprio TEAM assestante, ha richiesto di trovare un identità personale.

Perchè la scelta del nome la BRIGATA S.A.T. ?

Siamo arrivati a fregiarci con questo nome solo dopo molti anni di pratica sul campo e numerose strategie rivelatesi vincenti.

Dopo tutta la didattica per lo sviluppo di capacità di movimento sul campo, tecniche di ingaggio con il nemico (in questo caso l’avversario di gioco).

Abbiamo quindi deciso di chiamare il nostro TEAM la BRIGATA SAT in onore della gloriosa Brigata Sassari, per far ciò abbiamo stilizzato il loro stendardo e lo abbiamo apposto con orgoglio sulle nostre divise per portarlo in campo.

Praticare softair con la Brigata S.A.T.

Potete praticare questo stupendo sport, il softair proprio quì a Sassari semplicemente accedendo al nostro portale cliccando il seguente link e seguendo le indicazioni

Accenni storici della Brigata Sassari

La Brigata Sassari è famosa per le sue tecniche di guerriglia che hanno dato il via a nuove forme di addestramento e di combattimento sul campo.

La leggenda della Brigata Sassari

La legenda vuole che un gruppo di artiglieri si fossero ribellati agli abusi dei commilitoni continentali, e nonostante la loro statura, si fecero valere sui commilitoni. Nel vederli all’opera, si pensò che se inviati in guerra avrebbero fatto la differenza.

Tra le altre leggende storiche, una ci ha colpito più di altre, quella che si può udire in visita presso il museo della Brigata Sassari in Piazza  Piazza Castello. che spiega la nascita dei “Dimonios”.

La nascita dei Dimonios

Dimonios era l’epiteto che fu conferito ai militari della brigata Sassari per via dei combattimenti avvenuti nelle trincee del Caucaso. Di fatto questi guerrieri sardi, muovendosi con moschetti molto corti e con la maestria che li contraddistingueva nell’uso della famosa leppa, (ovvero il coltello Sardo che a tutt’oggi si utilizza) seminarono il panico e la morte tra i nemici che più alti e con moschetti più lunghi, si muovevano a fatica in quegli anfratti.

Quando gli alti militari Austriaci, videro quei piccoli militari con capelli e barba arruffata sporca del rosso della terra del Caucaso, diedero origine al loro soprannome “I Dimonios” e successivamente venne creato l’inno della brigata che tutt’oggi possiamo apprezzare nella sua poesia e fervore.

brigata Sassari Inno

La frase che più ci rappresenta e ci caratterizza è quella relativa alla lealtà:

“Sa fide nostra no la pagat dinari ajò! Dimonios! avanti forza paris!” ovvero: “La nostra fedeltà non la pagano i soldi Ajò! Diavoli! Avanti Forza insieme!”

Testo Inno Brigata Sassari

(SC)

«Dimonios

China su fronte
si ses sezzidu pesa!
ch’es passende
sa Brigata tattaresa
boh! boh!
e cun sa manu sinna
sa mezzus gioventude
de Saldigna

Semus istiga
de cuss’antica zente
ch’à s’innimigu
frimmaiat su coro
boh! boh!
es nostra oe s’insigna
pro s’onore de s’Italia
e de Saldigna

Dae sa trincea
finas’ a sa Croazia
sos “Tattarinos”
han’iscrittu s’istoria
boh! boh!
sighimos cuss’olmina
onorende cudd’erenzia
tattarina

Ruiu su coro
e s’animu che lizzu
cussos colores
adornant s’istendarde
boh! boh!
e fortes che nuraghe
a s’attenta pro mantenere
sa paghe

Sa fide nostra
no la pagat dinari
ajò! dimonios!
avanti forza paris.»

(IT)

«Diavoli

Abbassa la fronte
se sei seduto, alzati!
ché sta passando
la Brigata “Sassari”
boh! boh!
e con la mano saluta
la miglior gioventù
di Sardegna

Siamo la stirpe
di quell’antica gente
che al nemico
fermava il cuore
boh! boh!
Oggi sono nostre le loro insegne
per l’onore dell’Italia
e di Sardegna

Dalla trincea
fino alla Croazia
i “sassarini”
hanno scritto la storia
boh! boh!
seguiamo le loro orme
onorando quell’eredità
sassarina

Rosso il cuore
l’animo come il giglio,
questi colori
adornano il nostro stendardo
boh! boh!
e forti come i nuraghi
all’erta per mantenere
la pace

La nostra fedeltà
non la pagano i soldi
andiamo! Diavoli!
avanti, Forza Insieme!»